SISTEMI DI RATING PER EDIFICI VERDI

Green building Roma
SISTEMI DI RATING PER EDIFICI VERDI

L'INDUSTRIA DELLA BIOEDILIZIA SI STA MUOVENDO RAPIDAMENTE, CON UNA TENDENZA CRESCENTE A UTILIZZARE STRUMENTI DI VALUTAZIONE PER LA BIOEDILIZIA. 

"I nostri prodotti riducono intrinsecamente l'energia, ma oltre a ciò i nostri prodotti e sistemi isolanti sono tra i più sostenibili, dagli alti livelli di contenuto riciclato nella nostra Lana Minerale, che è stata la prima a ricevere l'Oro per la certificazione Eurofins Indoor Air Comfort Gold nel 2010, al legno di provenienza responsabile per la nostra Lana di Legno.

Inoltre, i nostri prodotti sono supportati da una EPD (Environmental Product Declaration) e da altre certificazioni di prestazione che dimostrano che siamo pionieri nella sostenibilità dei prodotti e che i nostri isolanti contribuiscono a edifici più verdi e sostenibili. L'industria della bioedilizia si sta muovendo rapidamente, con una tendenza crescente a utilizzare strumenti di valutazione della sostenibilità degli edifici.

’L'utilizzo dei nostri prodotti consente di guadagnare punti nei sistemi di valutazione degli edifici verdi. Potete consultare i seguenti documenti per capire in quali categorie di valutazione i nostri prodotti vi aiuteranno a guadagnare più punti nei vari sistemi.  

Sistemi di valutazione degli edifici verdi

Forniamo documenti per i seguenti sistemi:

GUIDA RAPIDA A QUATTRO POPOLARI INIZIATIVE DI VALUTAZIONE DEGLI EDIFICI VERDI   

Il BREEAM, o Building Research Establishment Environmental Assessment Method, è nato nel Regno Unito nel 1990 ed è ora un'iniziativa volontaria nel settore privato e obbligatoria nel settore pubblico. I punti vengono assegnati in base agli approcci sostenibili all'uso di energia e acqua, all'ambiente interno, all'inquinamento, ai trasporti, ai materiali, ai rifiuti, all'ecologia, ai processi di gestione e al ciclo di vita degli edifici. In totale sono disponibili 109 crediti, di cui meno di 30 sono una bocciatura, un buono è pari a 45, molto buono 55, eccellente 70 ed eccezionale oltre 85. 

LEED o Leadership in Energy and Environmental Design (Leadership nella progettazione energetica e ambientale) è nato nel 1993 negli Stati Uniti ed è ora diffuso in tutto il mondo e in Nord America. Copre immobili nuovi, esistenti, commerciali e residenziali e si occupa di energia, atmosfera, efficienza idrica, materiali, risorse e qualità ambientale interna. I punti da raggiungere sono cento. Per ottenere la certificazione è necessario superare i 40 punti, per ottenere l'argento >50, l'oro >60 e il platino >80 punti e oltre. 

Il DGNB o Deutsche Gesellschaft für Nachaltiges Bauen (Consiglio Tedesco per l'Edilizia Sostenibile) è stato fondato nel 2008 e si concentra su circa 50 criteri che vanno dagli aspetti ambientali, economici, tecnologici e di processo lavorativo alle dimensioni socioculturali e funzionali. Viene adottato un ""approccio olistico"", ovvero il sistema valuta l'intero ciclo di vita dell'edificio. Gli edifici ricevono i certificati DGNB in bronzo, argento o oro. Inoltre, esiste la possibilità di una semplice precertificazione in fase di progettazione.

Il WELL or Well Building Standard™ o Well Building Standard™ è stato lanciato nel 2014 dal WELL Building Institute™ e attualmente esistono più di 34.000 progetti WELL in 98 Paesi. Si tratta di uno dei principali sistemi di valutazione a livello mondiale che si concentra principalmente sui modi in cui gli edifici possono migliorare il comfort e, in generale, promuovere la salute e il benessere dei residenti attraverso aspetti quali il comfort termico e acustico, la buona qualità dell'aria, la connessione con la natura...

I prodotti KI sono rigorosamente conformi alla normativa​​​​​​​ REACH. Questa conformità fornisce punti aggiuntivi nei sistemi di valutazione degli edifici come LEEDv4 o BREEAM. Il regolamento REACH (registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche) attribuisce all'industria la responsabilità di gestire i rischi derivanti dalle sostanze chimiche e di fornire informazioni sulla sicurezza delle stesse. I produttori e gli importatori sono tenuti a raccogliere informazioni sulle proprietà delle loro sostanze chimiche, che ne consentano una manipolazione sicura, e a registrare le informazioni in un database centrale.

HQE (Haute Qualité Environnementale) è un'iniziativa francese nata nel 1996. Non così ampiamente adottato come LEED o BREEAM, HQE si impegna comunque a perseguire obiettivi comuni, tra cui la riduzione dell'uso di energia e acqua, il minimo impatto ambientale sull'ambiente circostante, un ambiente interno sano e l'intero ciclo di vita di un edificio. Copre edifici nuovi ed esistenti, dalle proprietà commerciali alle case plurifamiliari.